Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo 20120609 (1).jpg
Cristiano Ronaldo a Euro 2012
Dati biografici
Nome Cristiano Ronaldo dos Santos Aveiro
Nazionalità bandiera Portogallo
Altezza 186[1] cm
Peso 84[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccanteala
Squadra 600px Bianco viola reale.png Real Madrid
Carriera
Giovanili
1995-1997
1997-2002
600px Nero e Bianco (Strisce).png Nacional
600px Bianco e Verde orizzontale con leone Dorato.png Sporting CP
Squadre di club1
2002-2003 600px Bianco e Verde orizzontale con leone Dorato.png Sporting CP 25 (3)
2003-2009 600px Rosso con scudo forcone e barca Gialli.png Manchester Utd 196 (84)
2009- 600px Bianco viola reale.png Real Madrid 123 (136)
Nazionale
2001-2002
2003
2002-2003
2004
2003-
Bandiera del Portogallo Portogallo U-17
Bandiera del Portogallo Portogallo U-20
Bandiera del Portogallo Portogallo U-21
Bandiera del Portogallo Portogallo U-23
Bandiera del Portogallo Portogallo
9 (6)
5 (1)
6 (3)
3 (1)
101 (38)
Palmarès
 Torneo di Tolone
Oro Tolone 2003
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Argento Portogallo 2004
Bronzo Polonia-Ucraina 2012
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 febbraio 2013

Cristiano Ronaldo dos Santos Aveiro (pronuncia portoghese [kɾɨʃˈtiɐnu ʁuˈnaɫdu]Funchal5 febbraio 1985) è un calciatore portoghese,attaccante o ala del Real Madrid e della Nazionale portoghese. Con la Nazionale portoghese è stato vice-campione d’Europa a Euro 2004.

È comparso ininterrottamente nella classifica del Pallone d’oro[2] dal 2004, conquistando cinque podi di cui tre consecutivi, con il secondo posto del 2007, la vittoria del 2008 e i secondi posti del 2009, del 2011 e del 2012.

È stato tra i protagonisti, nel 2008, del triplo successo del Manchester United in UEFA Champions LeaguePremier League e Coppa del mondo per club FIFA; proprio in virtù di tali successi si è aggiudicato il Pallone d’oro 2008 (terzo portoghese in assoluto a vincere questo premio), la Scarpa d’oro 2008 ed il FIFA World Player 2008. Il suo trasferimento dal Manchester United al Real Madrid nell’estate del 2009per 94 milioni di euro ha fatto registrare un record assoluto nella storia del calciomercato.[3] Con il club spagnolo ha vinto una Coppa del Re, un Liga e una Supercoppa spagnola. Inoltre risulta essere il giocatore del Real Madrid ad aver segnato più gol (60, di cui 46 in campionato) in una sola stagione.

Nel 2004 è stato inserito nella formazione ideale di Euro 2004. È stato inserito per 5 volte nel UEFA Team of the Year nel 2004, 2007, 2008, 2009, 2011. Capocannoniere della UEFA Champions League nel 2008 con 8 gol, nella stagione 2011-2012 supera il suo record raggiungendo quota 10 gol. Il Sun nel 2009 lo ha inserito nella Squadra ideale del decennio.[4]


Biografia

La statua di 10 metri raffigurante Ronaldo nel centro di Madrid.

È nato nel 1985 a Funchal da Maria Dolores dos Santos Aveiro e José Dinis Aveiro. Il nome è dovuto alla fede cristiana della madre, mentre il secondo nome, Ronaldo, fu scelto in onore di Ronald Reagan, attore preferito del padre e Presidente degli Stati Uniti a quell’epoca.[5] Ha un fratello maggiore, Hugo (nato nel1975), e due sorelle maggiori, Elma (nata nel 1974) e Liliana Cátia (nata a Madera il 5 ottobre 1976).[6]

Nel luglio 2010 annuncia su Facebook di essere diventato padre, affermando che si prenderà la custodia del bambino e che la madre resterà anonima.[7][8] Nel2010 annuncia il fidanzamento con Irina Shayk.[9]

Il 23 febbraio 2010, in collaborazione con la Nike, di cui è testimonial, gli è stata dedicata una statua di 10 metri raffigurante lui stesso nel centro della città diMadrid.[10]

Curiosamente, il 1º aprile 2011, nel giorno del tradizionale Pesce d’aprile, il giornale inglese The Independent scrisse che il Portogallo, oppresso dai debiti, aveva venduto il giocatore alla Spagna per 160 milioni di euro.[11]

Campagne pubblicitarie

È stato scelto come testimonial della campagna pubblicitaria di Giorgio Armani Underwear e Jeans Primavera/Estate 2010 insieme alla modella e attriceMegan Fox e riconfermato anche per la campagna Autunno/Inverno Armani Underwear e Jeans. Nel febbraio 2010 ha firmato un contratto di 4 anni con la Nikedi 24 milioni di euro. Nei videogiochi Pro Evolution Soccer 2012 e Pro Evolution Soccer 2013 è il protagonista della copertina, in America è però affiancato daNeymar. Inoltre è il testimonial della Clear.[12]

Caratteristiche tecniche

È dotato di notevole talento[13] e di grande velocità palla al piede[14] (è infatti il giocatore più veloce al mondo, con un record di 33,6 km/h[15]). Nel suo bagaglio tecnico rientrano dribbling,[13][16][17]finte,[13][18] doppi passi,[13][19] rapidi cambi di direzione[13][18] e la cosiddetta rabona.[20] È in grado di calciare con entrambi i piedi.[13][19] Giocatore polivalente, si definisce un’ala,[14] ma può adattarsi anche al ruolo di centravanti.[17] È spesso autore di cross dalla fascia,[17] ma ha anche uno spiccato senso del gol[13] e sa segnare sia di piede che di testa.[17][19] Nel novero delle sue abilità rientrano infine i calci piazzati: è un buon rigorista e tiratore di punizioni.[17]

Carriera

Club

Sporting Lisbona

Cresciuto calcisticamente nel Nacional, nel 1997 approda allo Sporting Clube de Portugal, giocando per cinque anni nelle giovanili della squadra e dimostrando presto il proprio talento.[13] Nel2001, appena sedicenne, era stato notato da Gérard Houllier, allenatore del Liverpool, ma l’inesperienza e la giovane età avevano impedito un reale interessamento del club inglese.[13] Nello stesso anno venne notato anche da Luciano Moggi che lo voleva alla Juventus, l’accordo tra le società fu chiuso, ma sfumò poiché Marcelo Salas rifiutò il trasferimento in Portogallo.[21]

Ha esordito in prima squadra durante una gara contro l’Inter valevole per il terzo turno preliminare della Champions League 2002-2003. Nella sua prima stagione allo Sporting Lisbona collezionerà 25 presenze in campionato, di cui 11 da titolare.

Manchester United

« Ci sono stati tanti calciatori segnalati come “il nuovo George Best”, ma questa è la prima volta che è un complimento per me.[22] »
(George Best, parlando di Cristiano Ronaldo)

Ronaldo con la maglia del Manchester Unitedmentre calcia una punizione.

Viene notato dal Manchester United in una partita amichevole contro lo Sporting Lisbona disputatasi nel luglio 2003. La squadra inglese perde l’incontro per 2-0 anche per merito del giovane talento portoghese, che diviene così un obiettivo di calciomercato del club inglese. Il 13 agosto 2003Cristiano Ronaldo si trasferisce al Manchester United per 12,24 milioni di sterline, diventando così il teenager più costoso nella storia del calcio inglese.[23] Oltre a ciò diventa anche il primo giocatore portoghese dei Red Devils.

Chiede di indossare la maglia numero 28 (come allo Sporting), per evitare pressioni ed eventuali paragoni nel caso scegliesse la numero 7, storicamente amata dai tifosi del Manchester, essendo stata in passato di campioni come George BestBryan RobsonEric Cantona e, fino alla stagione precedente, David Beckham.[23] “Dopo essere arrivato, il manager mi ha chiesto quale numero di maglia volevo. Io ho detto 28. Ma Ferguson mi ha detto ‘No, tu avrai la numero 7,’ e la famosa maglia era un’ulteriore motivazione in più.”[24] Per Ronaldo è inoltre lo stesso numero di Luís Figo, futuro compagno di squadra nel Portogallo.

Ronaldo fa il suo debutto subentrando al 60º minuto in una vittoria casalinga per 4-0 contro il Bolton Wanderers. Segna la sua prima marcatura per il Manchester con un calcio di punizione, nella vittoria per 3-0 ai danni del Portsmouth il 1º novembre 2003. Il giovane lusitano si rende tra l’altro autore del 1000º gol in Premier League dei Red Devils, il 29 ottobre 2005 in una sconfitta per 4-1 contro il Middlesbrough.[25] Dopo aver pagato un periodo di adattamento al calcio inglese, Ronaldo si rende protagonista di una buona stagione d’esordio, collezionando 29 presenze in campionato (40 totali) e segnando anche il primo gol nella finale di Coppa d’Inghilterra. Nella stagione 2004-2005, malgrado il Manchester concluda l’annata senza vincere alcun trofeo, realizza 9 reti in 50 gare stagionali.

2005-2006: Vittoria della Carling Cup

Nella stagione 2005-2006 mette a segno 10 gol, l’ultimo dei quali nella finale di Carling Cup contro il Wigan Athletic vinta dai Red Devils. È quello l’unico trofeo dell’anno conquistato dal Manchester United, eliminato nella prima fase della Champions League e giunto secondo nella Premiership. Il 9 agosto 2005 nella partita di qualificazione di UEFA Champions League segna un gol nella gara vinta contro il Debreceni. Il primo gol in campionato arriva il 29 ottobre arriva il primo gol contro il Middlesbrough persa 4 a 1. Il 31 dicembre segna 2 gol contro il Bolton. Il 4 febbraiosegna una doppietta contro il Fulham e l’11 febbraio l’ennesima doppietta nella partita vinta contro il Portsmouth per 3 a 1. Realizza una rete nella sfida fuori casa vinta 2 a 1 contro il Wigan.

Cristiano Ronaldo con la maglia delManchester United.

2006-2007: Community Shield e Premier League

Nel 2006-2007 batte il proprio primato personale di gol in campionato realizzando 17 reti. Il 20 agosto 2006 arriva il primo gol in stagione contro il Fulhamvinta 4 a 0 con doppietta di Rooney. Il 23 settembre arriva il secondo gol contro il Reading. Il 28 ottobre realizza una rete nella sfida vinta contro il Boltonfinita 4 a 0 con la tripletta di Rooney. Il 23 dicembre realizza una doppietta contro l’Aston Villa e 3 giorni dopo si ripete ancora con una doppietta ai danni del Wigan Athletic. Segna altri 2 gol il 30 dicembre contro il Reading finita 3 a 2. Il 3 febbraio 2007 contro il Tottenham vinta 4 a 1 segna un gol dopo essersi procurato un rigore e realizza 1 assist per Scholes. Il 17 marzo contro il Bolton realizza ben 3 assist, il primo per Park, il secondo per Rooney e il terzo ancora per Park, la partita finisce 4 a 1 con il quarto gol dello United siglato da Rooney.[26] Si rende autore di ottime prestazioni in campionato e inChampions League, siglando i suoi primi gol nella principale rassegna continentale nel trionfale 7-1 ai danni della Roma.[27] Il 14 aprile segna un gol nella semifinale di FA Cup finta 4 a 1 contro il Watford. Il 24 aprile segna all’andata della semifinale di UEFA Champions League contro il Milan vinta 3 a 2, nella gara di ritorno giocata il 2 maggio il Milan vince 3 a 0 e vola in Finale contro il Liverpool.[28] In seguito, grazie ad un suo gol nella finale dellaCommunity Shield contro il Manchester City, vince il suo primo trofeo inglese, seguito dalla vittoria della Premier League 2006-2007. Conclude la stagione con 53 presenze 23 gol e 19 assist.

2007-2008: Vittoria UEFA Champions League e Scarpa d’oro
L’annata seguente è quella dei grandi successi personali e di squadra. Con la doppietta contro il Bolton Wanderers nel recupero della Premier League 2007-2008, il portoghese supera George Best, che nella stagione 1967-1968 aveva messo a segno 33 gol tra coppe e campionato. Il record era rimasto imbattuto per quarant’anni. Il 19 settembre contro lo Sporting Lisbona, arriva il primo gol in Champions League, partita vinta 1 a 0.

Cristiano Ronaldo in azione durante una partita della Champions League 2007-2008.

Il 29 settembre 2007 arriva il primo gol contro il Birmingham City vinta 1 a 0. Arriva la prima doppietta contro il Wigan Athletic partita finita 4 a 0 giocata a Manchester il 6 ottobre.[29][30] Il 23 ottobre realizza 2 gol nella partita Champions vinta 4 a 2 contro la Dinamo Kiev. L’11 novembre realizza la seconda doppietta in campionato nella partita contro il Blackburn Rovers Football Club vinta da, Manchester per 2 a 0.[31] Nella partita contro loSporting Lisbona il 23 novembre si rende protagonista dell’incontro, segna un gol e realizza l’assist per il gol Tevez.[32] Il 3 dicembre mette a segno l’ennesima doppietta contro il Fulham, finita 2 a 0 per lo United. Il 2008 inizia con una tripletta rifilata al Newcastle finita 6 a 0, a segno anche Carlos Tévez con 2 gol e Rio Ferdinand (12 gennaio).[33] Con 2 gol decide la partita di FA Cup contro il Tottenham il 27 gennaio 2008 finita 3 a 1. Tre giorni dopo raggiugnge quota 19 in Premier con la doppietta al Portsmouth.

Dopo essersi qualificato agli ottavi il Manchester affronta il Lione il 20 febbraio partita d’andata finita 1 a 1 a Lione, nella gara di ritorno giocata il 4 marzo Ronaldo segna il gol decisivo che permette allo United di accedere ai quarti. Il 15 marzo segna un gol contro il Derby County finita 1 a 0, si ripete una settimana dopo con una doppietta contro il Bolton. Il 1º aprile segna il primo gol dei quarti di finale di Champions contro la Roma finita 2 a 0 col gol di Wayne Rooney nel finale.[34][35] Dopo aver battuto nella gara di ritorno il Barcellona con il gol di Paul Scholes il Manchester vola in finale. Alla fine sarà capocannoniere della Premier League, con 31 gol in 34 partite (31 delle quali giocate da titolare), e della UEFA Champions League 2007-2008, con 8 gol in 11 partite, contribuendo in maniera decisiva alla conquista dell’accoppiata titolo inglese-Champions League da parte dei Red Devils. Il 3 maggio segna 2 gol contro il West Ham finita 4 a 1 per il Manchester. Nella finale di Champions, a Mosca contro il Chelsea, realizza il gol del momentaneo 1-0, i tempi regolamentari finiscono 1 a 1 con il gol del Chelsea di Lampard, in seguito sbaglia il proprio tiro della serie di rigori ma il Manchester grazie anche alle parate di Van Der Sar diventa Campione d’Europa per la terza volta vincendo 6 a 5 dopo i calci di rigore.[36][37][38] I 31 gol in Premier gli valgono comunque la Scarpa d’oro 2008, con 62 punti. Nell’agosto 2008, in occasione dei sorteggi dei gironi della UEFA Champions League a Montecarlo, è stato premiato come miglior giocatore e miglior attaccante della competizione nella stagione precedente.[39]

2008-2009: Pallone d’oro e FIFA World Player

Ronaldo in azione nella partita contro il Liverpool.

Dell’estate 2008 è la vicenda di calciomercato legata al suo eventuale trasferimento al Real Madrid. Ronaldo annuncia, infatti, di voler lasciare il Manchester United per raggiungere la squadra di Madrid,[40] sollevando una serie di polemiche e speculazioni. Il trasferimento non si concretizza nel 2008 anche per la rinuncia dello stesso Ronaldo.[41] Il 27 settembre segna 2 gol contro il Bolton Wanderers. Realizza la sua seconda doppietta contro il West Ham finita 2 a 0 giocata a Manchester il 29 ottobre. Contro l’Hull City il 1º novembre realizza ancora 2 gol partita vinta dal Manchester United per 4 a 3. Il2 dicembre 2008 viene nominato Pallone d’oro.[42] Alcuni giorni più tardi vince con la propria squadra la Coppa del mondo per club FIFA 2008. Nella semifinale contro il Gamba Osaka (5-3 per il Manchester) segna il gol del momentaneo 2-0 e nella finale contro la LDU Quito fornisce a Wayne Rooneyl’assist per il gol decisivo. La stagione lo vede protagonista in campionato, vinto dal Manchester United per la terza volta consecutiva, e in Champions League. Il 27 gennaio 2011 realizza la sua prima doppietta dell’anno nella parita vinta 5 a 0 contro il WBA.[43] Il 5 aprile segna 2 gol nella parita vinta 3 a 2 contro l’Aston Villa. ll 25 aprile segna ancora 2 gol nella partita vinta per 5 a 2 dai Red Evils. Nella competizione continentale Ronaldo segna quattro gol: nel 2-0 negli ottavi di finale di ritorno contro l’Inter all’Old Trafford, nel ritorno dei quarti di finale in casa del Porto (1-0) ed una doppietta in casa dell’Arsenalnella semifinale di ritorno. I Red Devils raggiungono per la seconda volta di fila la finale, ma Ronaldo non riesce a lasciare il segno. Il Manchester United, infatti, perde per 2-0 contro il Barcellona. Conclude la stagione con 53 presenze, e 26 gol, sedici in meno dei 42 della stagione passata, quando aveva stabilito un record personale di marcature. Riesce nuovamente a salire sul podio del Pallone d’oro e del FIFA World Player.[44]

Real Madrid

2009-2010: Prima stagione con Pellegrini

Cristiano Ronaldo al Real Madrid con la maglia numero 9.

L’11 giugno 2009 il Manchester United annuncia di aver accettato l’offerta di 80 milioni di sterline (94 milioni di euro circa, la più alta cifra mai pagata per un calciatore) da parte del Real Madrid e autorizza quindi il club a trattare col giocatore.[45] Quindici giorni dopo il club madrileno annuncia di aver ufficialmente siglato l’accordo con il Manchester United per il trasferimento di Cristiano Ronaldo in Spagna a partire dal 1º luglio.[46] Per lui il club ha fissato una clausola rescissoria di 1 miliardo di euro, una somma che non ha eguali nella storia del calcio.[47][48] La sua presentazione ufficiale, il 6 luglio allo Stadio Santiago Bernabéu, è seguita da 80.000 tifosi.[49]

Presa la maglia numero 9, appartenuta un tempo ad Alfredo Di Stéfano, debutta nella Liga il 29 agosto 2009 nell’anticipo della prima giornata, Real Madrid-Deportivo la Coruña 3-2, e segna il suo primo gol con la nuova maglia su calcio di rigore. Fa poi il suo esordio in Champions League il 15 settembre in Zurigo-Real Madrid 2-5, realizzando una doppietta su calcio di punizione. Il 20 settembre realizza la prima doppietta in Campionato nella partita vinta 5 a 0 contro lo Xerez.[50] Il 30 settembre subisce un duro intervento da parte di Souleymane Diawara nel corso della gara di Champions League contro l’Olympique Marsiglia ed è costretto a lasciare il campo nella stessa partita realizza due reti regalando la vittoria al Real Madrid per 3 a 0.[51][52] Convocato in Nazionale, torna in campo a sorpresa, e non in perfette condizioni fisiche, il 10 ottobre seguente, in occasione decisiva partita traPortogallo e Ungheria: si infortuna nuovamente, con una ricaduta della lesione al legamento della caviglia destra.[53][54] Il rientro definitivo avviene il 25 novembre nel match di Champions League contro lo Zurigo.[55] Chiude la stagione di Champions League con 7 reti in 6 partite. Il 5 dicembre 2009 segna un gol nel 4 a 2 contro l’Almeria. Anche in campionato riesce a segnare regolarmente, con una striscia di 6 reti realizzate consecutivamente contro Xerezil 13 febbraio 2010 partita finita 3 a 0 contribuendo con una doppietta. Segna un gol anche contro il Villarreal partita disputata il 21 febbraio e vinta 6 a 2.[56] Segna un gol col Tenerife il 27 febbraio e con il Siviglia finita 3 a 2. Il 14 marzo segna ancora col Real Valladolid. Il 2 maggio contro l’Osasuna realizza l’ennesima doppietta, la partita viene vinta dal Real per 3 a 2. Tre giorni dopo segna altri 3 gol contro il Maiorca finita 4 a 1. Conclude la stagione con 35 presenze e 33 reti.

2010-2011: L’arrivo di Mourinho e il primo titolo con i Galacticos

Cristiano Ronaldo con la maglia del Real Madrid nella stagione 2010-2011.

La stagione 2010-2011, in seguito all’addio al club di Raúl torna a vestire la maglia numero 7, la stessa che aveva a Manchester e che indossa tuttora in Nazionale. Il 21 settembre arriva il primo gol in campionato contro l’Espanyolpartita vinta 3 a 0 dal Real.[57] Contro il Deportivo La Coruña partita vinta 6 a 1 e giocata il 3 ottobre arriva la prima doppietta.[58][59] Il 16 ottobre realizza ancora una doppietta nella sfida vinta 4 a 1 contro il Malaga.[60] Il 19 ottobrenella terza giornata dei gironi di UEFA Champions League contro il Milan segna il suo primo gol dell’anno in Europa (2-0).[61][62][63] Il 23 ottobre realizza 4 reti nella sfida vinta 6 a 1 contro il Racing Santander.[64] Contro l’Hercules realizza due gol il 30 ottobre, partita vinta 3 a 1 dal Real Madrid.[65] Continua ancora a segnare regolarmente e il 20 novembre contro l’Atletic Bilbao segna tre gol contribuendo alla vittoria per 5 a 1 per i Blancos. Contro l’Ajax il 23 novembrerealizza la sua prima doppietta in stagione in Champions (4-0).[66] Contro il Real Saragozza giocata il 12 dicembre vinta per 3 a 1 segna il gol del momentaneo 2 a 0, partita poi finita 3 a 1 per i Blancos. Il 22 dicembre segna ancora 3 gol, negli ottavi di finale di Coppa del Re contro l’Levante finita 8 a 0.[67] La prima partita dell’anno viene disputata nel derby contro il Getafe segna 2 gol su cui uno su rigore.[68] Nella sfida del 9 gennaio contro il Villarreal realizza una tripletta.[69] Il 3 marzo 2011 arriva una tripletta nella partita contro il Malaga finita 7 a 0 per il Real Madrid.[70] Nella stessa partita subisce un infortunio che lo costringe a stare fuori per 3 settimane.[71][72] Dopo 4 Classici e altri 3 scontri diretti con il Barcellona senza nessun gol, il 16 aprile 2011 riesce a segnare surigore il gol dell’1-1 nella sfida giocata al Bernabeu.[73][74] Il 20 aprile 2011 nel suo 5º Clasico giocato, incontro valevole per la finale della Coppa del Re, riesce a segnare un gol di testa al 103º minuto, regalando così il primo titolo dell’era Mourinho al Real, e regalandosi dunque il primo titolo Spagnolo.[75][76] Chiude laChampions con 6 reti, eliminato in semifinale dal Barcellona del suo eterno rivale Messi.[77] Il 7 maggio segna, toccando 200 gol in carriera, 4 gol contro ilSiviglia nella partita vinta dal Real Madrid per 6 a 2. Il 10 maggio realizza una tripletta contro il Getafe e il 15 maggio una doppietta su punizione al Villarreal arrivando a 38 gol in Liga, eguagliando il record di sempre di Hugo Sanchez nel 1989-1990 e Telmo Zarra nel 1950-1951[78][79][80] È poi il primo giocatore del Real Madrid a superare, con 51 gol, il record di 47 gol stagionali di Ferenc Puskás del 1959-60.[81][82] Il 21 maggio nell’ultima giornata di campionato segna una doppietta raggiungendo così quota 40 gol conquistando il titolo di Pichichi 2011 nella partita contro l’Almeria finita 8 a 1.[83][84][85][86] Conclude la sua stagione con 54 presenze e 53 gol (a pari con Messi) stabilendo un altro record: 11 gol nelle ultime 4 partite di campionato,[87] chiuso al secondo posto.

2011-2012: Vittoria della Liga

Cristiano Ronaldo con la maglia del Real Madrid nella stagione 2011-2012.

Il 14 agosto ed il 17 agosto è stato impegnato nella attesissima Supercoppa Spagnola, giocata contro i rivali di sempre: il Barcellona. L’andata, finita 2-2, è stata giocata al Bernabeu, mentre il ritorno, giocato al Camp Nou, vede Ronaldo segnare il gol del momentaneo 1-1, anche se il risultato finale sarà di 3-2.[88][89] Il 28 agosto alla prima di campionato rifila una tripletta al Real Zaragoza nella vittoria per 6-0.[90] Nella terza giornata contro il Getafe segna un gol e realizza 2 assist, la partita finisce 4 a 2 per il Real.[91] Il 24 settembre arriva la seconda tripletta nella partita vinta 6 a 2 contro il Rayo Vallecano.[92] Il primo gol in UEFA Champions League arriva nella seconda giornata contro l’Ajax vinta 3 a 0.[93]

Ronaldo in azione con la maglia del Real

Il 15 ottobre in Real Madrid-Betis Siviglia 4-1 tocca quota 100 presenze totali con la maglia dei blancos. Il 23 ottobresegna un’altra tripletta nello 0-4 al Malaga.
Il 2 novembre, con la doppietta segnata al Lione nella sfida di Champions League vinta per 0-2, raggiunge quota 100 gol segnati in 105 presenze totali con il Real Madrid.[94][95] Il 4 novembre riceve per la seconda volta la Scarpa d’oro(precedentemente aveva ottenuto il riconoscimento nel 2008) come miglior cannoniere europeo della passata stagione. Ronaldo con 40 gol e 80 punti complessivi, precede Lionel Messi e Antonio Di Natale.[96][97] 2 giorni dopo nel 7-1 contro l’Osasuna segna un’altra tripletta, la quarta in undici partite di campionato stabilendo un altro record.[98] Il 26 novembre nel derby di Madrid contro l’Atletico segna 2 gol, tutto e due su calcio di rigore. Il 17 dicembre 2011 realizza ancora una tripletta raggiungendo quota 20 gol in campionato nell’ultima partita di Liga dell’anno contro il Siviglia finita 6 a 2.[99][100][101] Segna la rete dell’1 a 0 nella sfida di andata dei quarti di finale di Coppa del Re contro il Barcellona giocata a Madrid (1-2).Il 22 gennaio 2012 contro l’Athletic Bilbao sigla due reti tutte e due su rigore.[102] Si ripete nella gara di ritorno a Barcellona, segnando il primo dei due gol che permettono al Real di rimontare un 2-0; tuttavia il 2-2 finale condanna i madridisti. Il 12 febbraio 2012 contro il Levante sigla un’altra tripletta e nella stessa partita sigla il gol numero 4000 del Real Madrid al Santiago Bernabéu.[103] Il 10 marzo nella partita vinta contro il Betis Siviglia per 3 a 2 realizza una doppietta.[104] Il 24 marzo contro il Real Sociedad sfida vinta 5 a 1 giocata a Madrid segna 2 gol superando così la soglia dei 100 gol nella Liga in 92 apparizioni.[105][106] Contro l’Osasuna il 31 marzo raggiunge 37 gol con una doppietta, realizza anche 2 assist per i gol di Benzema e Higuain (5-1).[107] L’11 aprile 2012 sigla la tripletta personale nel 150º derby madrileno contro l’Atletico Madrid e sale così a 40 reti stagionali nella Liga, eguagliando il record della passata stagione.[108]

Il 14 aprile 2012, nella partita contro lo Sporting Gijón, realizza la 41ª rete in campionato, la quale gli permette di battere il record della stagione precedente, divenendo il primo calciatore a superare la quota di 40 reti nella Liga per 2 stagioni consecutive.[109][110] Dopo la brutta prestazione di Monaco di Baviera, nella partita di andata delle semifinali di Champions League contro il Bayern Monaco, persa 2 a 1, il 21 aprile arriva il momento del Clásico, nel quale, grazie a una sua rete al 73′, il Real Madrid batte per 2 a 1, al Camp Nou, il Barcellona, portando il suo score nella Liga a 42 reti.[111] Nella gara di ritorno di semifinale di UEFA Champions League contro il Bayern Monaco, segna 2 reti che permettono con il 2 a 1 di portare il Real Madrid a giocarsela ai rigori dove sbaglia il primo tiro dal dischetto e il Bayern vince per 3 a 1.[112][113] Il 2 maggio 2012 conquista il suo primo scudetto spagnolo con il Real Madrid (il numero 32 per il Real), nella partita vinta contro l’Atlethic Bilbao per 3 a 0 dove segna anche un gol.[114][115][116] Il 13 maggio all’ultima partita di campionato segna una rete nella sfida di Madrid contro il Maiorca, vinta dal Real 4 a 1.[117]

2012-2013

Ronaldo nella stagione 2012-2013

Il 23 agosto 2012, mette a segno il suo primo gol stagionale contro il Barcellona, nella partita di andata della Supercoppa di Spagna 2012, questo gol gli ha permesso di diventare il primo giocatore del Real Madrid, nella storia del Clásico, che è riuscito a segnare in quattro partite di seguito al Camp Nou, la partita di andata finirà 3-2 per il Barcellona.[118] Va ancora a segno nella partita di ritorno, sempre della Supercoppa, questa volta a vincere è proprio il Real Madrid che riesce a superare il Barça per 2-1 portando così a casa l’ambito titolo, terzo titolo vinto da Ronaldo con la maglia dei Blancos.[119] Con l’ennesimo gol rifilato ai rivali Blaugrana eguaglia il record di Iván Zamorano, fermatosi a segnare a 5 partite consecutive del Clásico.[120] Nella terza giornata di Liga il 2 settembre il Real batte il Granada 3 a 0 grazie alla sua doppietta e al gol di Higuain.[121][122] All’esordio in Champions contro il Manchester City al Bernabeu il 18 settembre segna il gol del 3 a 2 dopo il pareggio di Benzema negli ultimi minuti di partita.[123] Il 30 settembre arriva la prima tripletta stagionale ai danni del Deportivo La Coruña, partita che finirà 5-1 per il Real.[124] Alla seconda partita di UEFA Champions League contro l’Ajax il 3 ottobresegna 3 gol, la partita finisce 4 a 1.[125] Il 7 ottobre mette a segno una doppietta contro il Barcellona, la partità finirà 2-2 ma segnando anche in questo Clásico supera il precedente record di Zamorano, Ronaldo va a segno per il sesto Clásico consecutivo.[126] Il 28 ottobre contro il Maiorca realizza 2 gol contribuendo alla vittoria per 5 a 0 grazie anche alla doppietta di Higuain e il gol di Callejon.[127][128] Il 6 gennaio 2013 alla prima partita dell’anno contro il Real Sociedad siglando una doppietta al 68 e 69, dopo i gol di Benzema e Khedira, la partita finisce 4 a 3 per il Real.[129][130][131]. Il 9 gennaio 2013 nella partita di Coppa del Re sigla una tripletta ai danni del Celta Vigo, partita poi finita per 4-0 del Real Madrid e passaggio agli ottavi di finale.[132][133] Il 20 gennaio con la doppietta siglata ai danni del Valencia, raggiunge quota 30 gol stagionali, la partita si conclude 5 a 0 per il Real Madrid.[134][135] Il 2 febbraio 2013 mette a segno il primo autogol della sua carriera nella gara di Liga contro il Granada (match che terminerà sull’1-0 proprio a causa dell’autogol del portoghese). Nella sfida del 9 febbraio contro il Siviglia si scatena siglando una tripletta raggiungendo quota 24 gol in Campionato. La sfida si conclude 4 a 0 per il Real Madrid, il primo gol lo sigla Benzema.[136][137]

Nazionale

Ronaldo contro Javier Zanetti nella sfida tra Portogallo e Argentina.

Cristiano Ronaldo esordisce con la Nazionale maggiore nel 2003, entrando nel secondo tempo della gara vinta per 1 a 0 contro il Kazakistan. Il 13 ottobre 2004 arriva la sua prima doppietta in Nazionale, nella partita di qualificazione ai Mondiali 2006 contro la Russia, finita 7-1.[138]

Europeo 2004

Nel 2004 partecipa agli Europei in Portogallo. Il primo gol in Nazionale arriva il 12 giugno 2004, nella fase a gironi degli Europei contro la Grecia. Nella partita successiva, disputata il 16 giugno all’Estádio da Luz di Lisbona contro la Russia, fornisce l’assist per Rui Costa, il quale sigla il 2 a 0 finale.[139] Ai quarti di finale il Portogallo affronta l’Inghilterra; la partita si conclude 8 a 7 dopo i calci di rigore (uno trasformato da Ronaldo) a favore dei primi.[140] In semifinale contro l’Olanda, il 30 giugno, realizza una rete e un assist per il 2 a 1 finale, che apre le porte della finale al Portogallo, la quale verrà poi vinta dalla Grecia. Nella rassegna continentale fa registrare due reti e due assist in sei partite.[141]

Il 4 e l’8 giugno 2005 segna 2 gol, nelle partite valide per le qualificazione ai Mondiali, il primo contro la Slovacchia a Lisbona e il secondo a Tallinncontro l’Estonia.

XXVIII Olimpiade – Atene 2004

Ancora nel 2004 prende parte ai Giochi olimpici di Atene dove esordisce il 12 agosto a Patrasso contro l’Iraq Olimpica persa 4 a 2. Nella seconda gara giocata il 15 agosto a Candia contro l’il Marocco segna un gol, la partita viene vinta 2 a 1 dal Portogallo. Nell’ultima partita del girone il 18 agosto il Portogallo viene eliminato dopo la sconfitta per 4 a 2 contro la Costa Rica. Conclude la sua Olimpiade con 3 partite e 1 gol.

Mondiali 2006

Nel 2006 partecipa ai Mondiali in Germania. Esordisce nella l’11 giugno a Colonia nella partita vinta 1 a 0 contro l’Angola, durante l’incontro viene ammonito e sostituito al 59′. Contro l’Iran, il 17 giugno, arriva la sua prima rete nel torneo, che sancisce il 2 a 0 finale.[142] Ai quarti di finale il Portogallo incontra l’Inghilterra. Dopo lo 0 a 0 dei tempi supplementari, Ronaldo segna il rigore decisivo del 3 a 1 che elimina la Nazionale inglese.[143] Il 5 luglio 2006 perde per 1 a 0 in semifinale, con gol di Zinédine Zidane su rigore procurato da Thierry Henry al 33′.[144] L’8 luglio gioca la finale persa a Stoccarda per 3 a 1 valida per il terzo posto, Sweinsteiger realizza una tripletta per i tedeschi e Nuno Gomes per i Portoghesi.[145] Chiude il Mondiale con 6 presenze e una rete.

Il 6 febbraio 2007, nell’amichevole di Londra contro il Brasile, gioca la sua prima partita da capitano, a 22 anni. Il 7 ottobre realizza una doppietta contro l’Azerbaijan, incontro valido per le qualificazioni agli Europei del 2008.[146]

Europeo 2008

Viene convocato per gli Europei del 2008 in Austria e Svizzera, dove segna una rete contro la Repubblica Ceca l’11 giugno a Ginevra e realizza due assist per Deco e Quaresma, la partita viene vinta 3 a 1 dal Portogallo.[147] Il Portogallo viene eliminato ai quarti di finale dalla Germania (3-2) nella partita di Basilea, giocata il 19 giugno 2008. Realizza un’assist per Nuno Gomes.[148] A fine torneo si infortuna.[149]

Mondiali 2010

Ronaldo con la maglia del Portogallo

Nel 2010 prende parte al campionato mondiale in Sudafrica. Dove esordisce il 15 giugno aPort Elizabeth contro la Costa d’Avorio pareggiata 0 a 0.[150]

Nella seconda partita della fase a gironi il 21 giugno giocata a Città del Capo al Green Point Stadium contro la Corea del Nord, vinta per 7 a 0, segna una rete e realizza due assist .[151][152][153] Il 25 giugno 2010 nella gara di Durban contro il Brasile si qualifica agli ottavi di finale arrivando secondo nel girone g.[154] Agli ottavi il 29 giugno a Città del Capo il Portogallo viene sconfitto 1 a 0 dalla Spagna futura Campionessa del Mondo con un gol di David Villa al 63esimo minuto, la partita finisce 1 a 0, la Spagna sarà la furura campionessa del Mondo.[155]

Ronaldo impegnato con la Nazionale portoghese a Euro 2012

Il 12 ottobre 2010, nella vittoria per 3 a 1 contro l’Islanda, valida per le qualificazioni all’Europeo 2012, arriva il 25º gol in Nazionale. Il 9 febbraio 2011, nell’amichevole giocata a Ginevra contro l’Argentina, segna l’unico gol del Portogallo nel 2 a 1 a favore degli argentini.[156] Il 2 settembre realizza 2 reti nella partita valida per la qualificazione agli Europei 2012 in Polonia e Ucraina, vinta 4 a 0 contro il Cipro.[157] L’11 ottobre arriva il suo 30º gol in Nazionale, nella sfida persa contro la Danimarca per 2 a 1 e valida per la qualificazione agli Europei.[158] Il15 novembre 2011 segna 2 gol nello spareggio per l’accesso agli Europei contro la Bosnia.

Europeo 2012

Viene convocato per gli Europei 2012, dove dopo due prestazioni negative contro Germania persa il 9 giugno 1 a 0 con il gol di Gomez, e Danimarca gicata il 13 giugno vinta 3 a 2 giocate entrambe a Leopoli, il 17 giugno 2012, nel terzo turno contro l’Olanda, realizza una doppietta che permette al Portogallo di passare il turno e di qualificarsi ai quarti contro la Rep. Ceca,[159][160][161] dove grazie ad un suo gol, entrando in area di rigore e superando il difensore colpendo la palla di testa, il Portogallo accede alle semifinali[162][163] dove incontra la Spagna il 27 giugno a Donec’k e viene eliminato ai calci di rigore dopo che i 120 minuti si erano conclusi sullo 0 a 0. Non batte il rigore poiché sfavorevole l’errore di Bruno Alves e il tiro dal dischetto realizzato da Fabregas che permetta agli Spagnoli di vincere 4 a 2, nei minuti regolamentari ha avuto molte opportunità tra cui quella nel secondo tempo dove sbaglia un tiro al limite d’area mandando la palla alta.[164]Conclude l’Europeo con 6 partite e 3 gol.

Alla prima partita delle qualificazioni ai Mondiali 2014, giocata contro il Lussemburgo il 7 settembre 2012, una sua rete contribuisce alla vittoria del Portogallo per 2 a 1.[165]

Statistiche

Presenze e reti nei club

Statistiche aggiornate al 9 febbraio 2013.[166]

Globalmente Cristiano Ronaldo, tra club, Nazionale maggiore e Nazionali giovanili, ha segnato 354 gol in 626 partite.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Bandiera del Portogallo Sporting Lisbona PL 25 3 CP 3 2 UCL+CU 1[167]+2 0 SP 0 0 31 5
2003-2004 Bandiera dell'Inghilterra Manchester United PL 29 4 FACup+CdL 5+1 2+0 UCL 5 0 SI 0 0 40 6
2004-2005 PL 33 5 FACup+CdL 7+2 4+0 UCL 8 0 SI 0 0 50 9
2005-2006 PL 33 9 FACup+CdL 2+4 0+2 UCL 8[168] 1[169] - - - 47 12
2006-2007 PL 34 17 FACup+CdL 7+1 3+0 UCL 11 3 - - - 53 23
2007-2008 PL 34 31 FACup+CdL 3+0 3+0 UCL 11 8 SI 1 0 49 42
2008-2009 PL 33 18 FACup+CdL 2+4 1+2 UCL 12 4 SI+SU+Cmc 0+0+2 0+0+1 53 26
Totale Manchester United 196 84 26+12 13+4 55 16 3 1 292 118
2009-2010 Bandiera della Spagna Real Madrid PD 29 26 CR 0 0 UCL 6 7 - - - 35 33
2010-2011 PD 34 40 CR 8 7 UCL 12 6 - - - 54 53
2011-2012 PD 38 46 CR 5 3 UCL 10 10 SS 2 1 55 60
2012-2013 PD 22 24 CR 5 4 UCL 6 6 SS 2 2 35 36
Totale Real Madrid 123 136 18 14 34 29 4 3 179 182
Totale carriera 344 223 59 33 92 45 7 4 502 305

Cronologia di presenze e reti in Nazionale

Record

Ronaldo e Messi nella partita traPortogallo e Argentina.

Durante la sua carriera Ronaldo è riuscito a battere alcuni record:

  • Unico giocatore, insieme a Alan Shearer, a realizzare 31 reti nella Premier League in unica stagione[171] (2007-2008).
  • Unico giocatore insieme a Jimmy McGroryGerd Müller e a Lionel Messi a segnare più di 50 reti per due stagioni consecutive in Europa.
  • Unico giocatore ad andare a segno almeno una volta contro tutte e 19 le avversarie della Liga in un’unica stagione. (2011-2012).
  • Secondo giocatore assoluto, dopo Isidro Lángara, e primo del Real Madrid ad aver impiegato il minor numero di partite a segnare 100 gol nel campionato spagnolo, ovvero 92,[172][173] con una media di 1,09 reti a partita.[174]
  • Giocatore più pagato di sempre per il suo acquisto, cioè 94 milioni di euro circa.[175]

Nel Manchester United

  • Giocatore con più marcature segnate in un campionato con 31 gol (2007-2008).
  • Unico giocatore a vincere la Scarpa d’oro (2007-2008).
  • Unico giocatore, insieme a Marco van Basten, Messi e Ronaldo ad aver vinto il Pallone d’oro, il FIFA World Player e la Scarpa d’oro.
  • Giocatore con il quale il Manchester United ha guadagnato di più con la sua cessione, cioè 94 milioni di euro circa.

Nel Real Madrid

  • Giocatore con più triplette segnate in una stagione con 7 triplette (2010-2011 e 2011-2012).
  • Giocatore con più marcature segnate in una stagione con 60 gol (2011-2012).
  • Giocatore con più marcature segnate in un campionato con 46 gol (2011-2012).
  • Giocatore con più marcature segnate, insieme a Raúl, in una singola edizione della Champions League con 10 gol (2011-2012).
  • Primo ed unico giocatore a segnare in sei Clásicos consecutivi.
  • Giocatore per il quale il Real Madrid ha speso di più per il suo acquisto, cioè 94 milioni di euro circa.[175]

In Nazionale

  • Terzo miglior marcatore della storia con 38 gol.[182]
  • Terzo giocatore con più presenze con 101 partite giocate.[182]

Palmarès

Club

Competizioni nazionali

Sporting Lisbona: 2002
Manchester United: 2006-20072007-20082008-2009
Manchester United: 2003-2004
Manchester United: 2005-20062008-2009
Manchester United: 20072008
Real Madrid: 2011-2012
Real Madrid: 2010-2011
Real Madrid: 2012

Competizioni internazionali

Manchester United: 2007-2008
Manchester United: 2008

Individuale

Cristiano Ronaldo ha ricevuto in totale 47 premi individuali tra Squadre di club e nazionale portoghese :

Portogallo 2004Polonia-Ucraina 2012
2004, 2007, 2008, 2009, 2011
2004
2006-2007, 2007-2008, 2010-2011, 2011-2012
2006-2007
2006, 2007, 2008, 2009
novembre 2006, dicembre 2006, gennaio 2008
2007-2008 (8 gol)
2007-2008 (31 gol)
2007, 2008, 2009, 2010, 2011
2007, 2008
2007, 2008
2008
2008
20082011
2008, 2010, 2011
  • Onze d’Or: 1
2008
Miglior attaccante: 2008
Miglior giocatore: 2008
  • Miglior Giocatore FIFPro: 1
2008
2009 (Porto – Manchester United 0-1)
2010-2011 (7 gol, a pari merito con Lionel Messi)
2010-2011 (40 gol)[83]
2012(3 gol, a pari merito con Mario MandžukićMario GómezMario BalotelliAlan Dzagoev e Fernando Torres)
2012

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 563 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: